MONTAGNA SENZA CONFINI
Home - Carnia - Prato Carnico
 

Ricerca Avanzata PDI

Vai
 

Con Montagna Senza Confini costruisci la Tua Vacanza

 
 

Prato Carnico

La Val Pesarina, ricca di boschi, di prati, di acque scorrenti, di minuscoli laghi in cui si specchia il cielo, di montagne aspre o dolci, è una delle sette vallate della Carnia. I suoi abitanti, i “cjanalòtz” usano chiamarla semplicemente “Cjanâl” o canale di San Canciano. Dai più è conosciuta come la Valle del tempo in quanto alla fine del 1600 qui prese avvio, in modo artigianale, la produzione di orologi attiva ancora oggi. La valle, diversamente dalla maggior parte di quelle friulane, si estende in direzione est-ovest e va dalla confluenza con la valle del Degano alla forcella Lavardêt che delimita il confine con il Cadore. Il fondovalle non è molto ampio ma alquanto lungo (25 Km circa) e sale gradualmente dalla quota minima di 522 m all’altezza massima del Creton di Clap Grande (2487 m). Contrastanti fra loro le catene di montagne che delimitano a nord e a sud la vallata. A settentrione, al confine con Sappada, la naturale cornice delle Dolomiti Pesarine, che si tingono di rosa o di arancio all’alba e al calar del sole, è formata dalle cime rocciose e frastagliate del monte Pleros, delle crete della Fuina, del Clap Grande, del Clap Piccolo e della Creta Alta di Mimoias. Ridente e verdeggiante il versante meridionale verso Sauris. Le cime erbose dei monti Rioda, Pieltinis e Novarza fanno da sfondo a numerose malghe dove è possibile riscoprire antichi sapori. I vari borghi rurali, con case in pietra ingentilite da arcate e tetti spioventi, unitamente ad una natura ancora incontaminata sono il luogo ideale per chi predilige una vacanza di tutto riposo.

 

Gallerie Fotografiche

Inverno
Angoli caratteristici e squarci
 
Carnia Welcome