MONTAGNA SENZA CONFINI
Home - Punti d'Interesse - Palazzo Micoli Toscano
 
 
 

Ricerca Avanzata PDI

Vai
 
 
 

Palazzo Micoli Toscano

Tematica: Arte e Cultura - Categoria: Edifici di pregio - Luogo: Ovaro Torna alla Mappa
Aggiungi Pdi al Piano di Viaggio
Visualizza scheda in PDF
Il palazzo Micoli Toscano cattura fin da subito l'attenzione di coloro che, giungendo in auto verso l'abitato di Ovaro, ne scorgono immediatamente la sagoma bianca cubica sormontata dal tetto dalle tegole di colore verde smeraldo provenienti dalla fornace dei Felice di Cella ed alleggerita da ben 107 finestre dalle imposte rosse, che hanno dato all'edificio l'appellativo di "palazzo delle cento finestre".
Questo bellissimo esempio di costruzione ottocentesca, sul modello delle ville padronali venete, si deve al progetto dell'architetto pordenonese Giambattista Bassi, cui è stato commissionato dai fratelli Giovanni Angiolo e Giovanni Francesco Micoli Toscano, con lo scopo di mettere maggiormente in risalto il loro ruolo sociale grazie anche alla splendida posizione panoramica sull'intera vallata.
Al piano terra trova spazio il salone decorato con ritratti di famiglia; alla sua sinistra si trova la cucina tipicamente carnica, composta da un grande focolare, un lungo tavolo, un acquaio e una cucina a legna (spolert); alla sua destra trovano spazio un locale che un tempo era adibito ad ufficio, dove venivano stipulati contratti e pagamenti, e una biblioteca, in precedenza destinata a sala da pranzo per le grandi occasioni.
Nel cortile antistante il palazzo spicca lo stalon, ovvero un edificio seicentesco utilizzato come deposito attrezzi e stalla per i cavalli.
Il palazzo è proprietà dei discendenti ed è visitabile su richiesta.

CURIOSITA'
La medioevale famiglia Toscano, la cui denominazione rimanda alle origini geografiche, si è imparentata in seguito con i Crosilla e i Micoli del posto, divenendo grande protagonista del commercio di legname: la Repubblica di Venezia esercitava un forte controllo sui boschi della Carnia, in quanto interessata alla ricca riserva boschiva, indispensabile per l'ampliamento della flotta navale e per il consolidamento delle fondamenta della città in continua espansione.
 

Feedback

Il punto non ha recensioni
 
Carnia Welcome