MONTAGNA SENZA CONFINI
Home - Punti d'Interesse - Lo stavolo diroccato.
 
 
 

Ricerca Avanzata PDI

Vai
 
 
 

Lo stavolo diroccato.

Tematica: Arte e Cultura - Categoria: Borghi Caratteristici e Cippi - Luogo: Zuglio Torna alla Mappa
Aggiungi Pdi al Piano di Viaggio
Visualizza scheda in PDF
Uscendo dal bosco  si cammina a fianco dei ruderi d'uno stavolo, travolto dall'edera, in mezzo ad un prato che resiste ancora alla forza di invasione del bosco. Anche questo può essere considerato un monumento, un monumento della storia della Carnia del '900, quando impedita l'emigrazione dalle leggi sull'autarchia, il territorio dovette garantire la sopravvivenza di oltre 60.000 persone. (Gli abitanti della Carnia che nel 1781 erano 25.900, cento anni dopo nel 1881 erano già diventati 50627 e nel 1921 erano già 65.855, oggi sono meno di 40.000). Si dovettero ridurre a prato anche i terreni più impervi, per sviluppare al massimo l'allevamento del bestiame. Poi dopo l'ultima guerra ed in particolare dopo gli anni '60 del novecento è ripresa in forma massiccia l'emigrazione, si sono sviluppati altri settori di reddito. L'allevamento del bestiame diventa sempre meno importante, e quindi sempre meno interessante lo sfalcio dei prati. Il bosco sta lentamente riconquistando i territori che l'uomo gli aveva sottratto, gli stavoli, avamposti dell'uomo per coltivare i prati sono diventati dei ruderi, come appunto quello che ci sta davanti.
 

Feedback

Il punto non ha recensioni
 
Carnia Welcome